ARCHIVI
METEO SCHIO
Meteo Schio

GIRO SUI BERICI

IMG-20180311-WA0004

Domenica 11 MARZO 2018

Finalmente nonostante una giornata pessima, ho potuto uscire in mtb e mostrare a Alessandro,i meravigliosi Colli Berici.
Considerato la pioggia che non ci ha lasciati soli un momento. per tenere pulita la mtb bella ho pensato di usare la mtb vecchia, con epilogo per fortuna non tragico.
Ci siamo ritrovati davanti a Cicli Liotto di buon mattino e ci siamo avviati a Monte Berico proseguendo per la dorsale, con pioggia e nebbia fitta (visibilita’ max 50 m): l’ idea era di fare il troncone principale fino a Barbarano, e proseguire. Strada facendo invece, Ale era abbastanza deciso a fare tracce fuoristrada ed ho cercato di accontentarlo, per cui a Zovencedo dalla dorsale abbiamo subito girato a sx per via Priare, adatta per il fondo roccioso e poco fango. Da li abbiamo esplorato alcune varianti, abbandonandole ove troppo ripide e difficili rese ancor di più insidiose dalla pioggia, per poi congiungerci con la via Fontana strada principale.
Strada facendo,abbiamo voluto provare la discesa iniziale della strada delle cave, desistendo dove la pendenza diventava superiore al 20% con pietro grosse.
Altro tentativo di fuoristrada molto bello e meglio riuscito a Zovencedo a dx per via Grotti,nel quale è presente, un bel labirinto di sentieri rocciosi abbastanza puliti e tosti, con pendenze abbordabili.
IMG-20180311-WA0002
Poi, quando la fame comandava ne siamo usciti per via Cà martina, decisi di puntare verso il Ristorante da noi soprannominato “Ove si MAGNA “, al confine tra Barbarano e Villaga, ma per la discesa fangosa e rocciosa, la mia bella bici da 50 euro ha preso velocita’e quei freni v-brake non hanno funzionano col bagnato, e di usare l’ anteriore nemmeno per idea. Per salvarmi ho pensato bene di andare ad abbracciare un albero.
Non mi sono fatto niente per fortuna!!!
Ale mi ha seguito in discesa senza temere nulla, per poi fermarsi e assieme ci siamo fatti qualche bella foto dello scampato pericolo.
Cosi’ infreddoliti e bagnati, ci siamo meritati il caldo pranzo in un bel posto chiamato Scudelletta.
Il ritorno a casa sempre con pioggia fitta ma accompagnati dai berici che ora li potevamo ammirare nella loro grandiosita’in quanto la nebbia se n’era andata finalmente.
raffaele tammeo

Share on Facebook0