ARCHIVI

METEO SCHIO
Meteo Schio

9° CICLOCROSS CITTA’ DI SCHIO E BICITV

BICITV COMMENTA IL 9° CICLOCROSS CITTA’ DI SCHIO

La nona edizione del Ciclocross Città di Schio è andata in archivio come un successo a 360 gradi. Più di 400 atleti hanno partecipato alla seconda tappa del Trofeo Triveneto di Ciclocross, prova valida come Campionato Regionale Veneto di ciclocross. Il tracciato di gara di 2,6 chilometri è stato apprezzato, come consuetudine, da tutti gli atleti protagonisti. Organizzazione perfettamente curata dalla Schio Bike presieduta da Edoardo Sandri, che nel gennaio 2020 organizzerà i Campionati Italiani di ciclocross.

Articolo completo sul sito web di BICITV


Continua a leggere

Share on Facebook0

SCHIO BIKE E IL CAMPIONATO ITALIANO DI CICLOCROSS 2020

IL CAMPIONATO ITALIANO DI CICLOCROSS 2020 SI SVOLGERA’ A SCHIO

La notizia era già circolata negli ambienti sportivi locali, ma ora è ufficiale: la Polisportiva G.S. Schio Bike ASD di SCHIO (VI), dopo anni di impegno e importantissimi risultati nell’organizzazione di gare di Ciclocross a livello locale e Regionale, avrà l’onore ed il compito di curare la manifestazione sportiva del Campionato Italiano Ciclocross per l’anno 2020.

L’atteso evento, offrirà uno spettacolo di primo livello a tutti gli appassionati (e non) della disciplina e porterà a
Schio atleti di primissimo ordine. La gara si svolgerà in via dello Sport (area piscine) venerdì, sabato e domenica 10-11-12 GENNAIO 2020. L’area è già stata collaudata, in occasione di analoghe competizioni locali e regionali. Il percorso si snoderà per 2,6 km, caratterizzati da fondo misto collinare con asfalto (20%) e fuoristrada (80%); il dislivello sarà di circa 60 m, corredato da ostacoli naturali ed artificiali (assi in legno, scalette). In altre parole, una vera e propria delizia per gli appassionati, sia per gli atleti impegnati nelle sfide agonistiche, che avranno modo di confrontarsi in un circuito che esalta le loro caratteristiche atletiche, sia per il sempre numerosissimo pubblico, al quale sarà riservato uno spettacolo avvincente ed emozionante.
Continua a leggere

Share on Facebook0

LA VECIA FERROVIA

DOMENICA 5 AGOSTO 2018 MOLINA DI FIEMME – VAL DI FIEMME (TN)


04:45 di mattina: il suono della sveglia mi fa alzare, preparo le ultime cose che mi serviranno nella giornata o nella gara, faccio colazione e via, al posto di incontro.
Arrivo prima delle 6:00 al luogo stabilito, il mitico Presidente Edoardo mi raggiunge poco dopo con il suo furgone. Carichiamo la bici e l’occorrente e ci dirigiamo verso ORA dove farò il mio primissimo CIRCUITO TRENTINO di quest’anno in categoria M1. Il viaggio di circa 2 ore.
A Ora parcheggiamo di fianco al supermercato dove ad attenderci ci sono LORIS E GILBERTO arrivati in automobile e ci dedichiamo alle bici.
Continua a leggere

Share on Facebook0

8 luglio 2018 campionato Triveneto cronoscalata MTB a Campodalbero VR

36876742_1813456832052866_8630041563545731072_nUNA BELLA FATICA
Da un po’ aspettavo la cronoscalata vi-cup di campodalbero, e dopo tanti allenamenti mi sono riposato il sabato per essere in forma.
E’ stata una giornata molto impegnativa, ora vedrete di cosa:
arrivando a campoalbero, e dopo averlo superato, trovate la baita del veronese. Li si fa tutto: iscrizione, consegna pettorale da mettere sul casco (novita’ molto simpatica), partenza della cronoscalata, punto di ristoro, podio delle premiazioni. Queste gare mi piacciono molto perche’ sembrano fatte in casa.
La location era molto pittoresca, molto rilassante il giardino della baita.
strada molto tortuosa per arrivare, ho visto un bel parcheggio attaccato alla partenza. quale posto migliore? peccato che fosse tutto pieno, ma guardando meglio ho visto una macchina messa di traverso, che spostandosi un poco ci stavo bene anch’io. Ho avuto la brillante idea di chiedergli di spostarla. Ne e’ nata una discussione interminabile, alla fine la ho avuta vinta (chi la dura la vince). Tutti mi chiedono, come mai hai cosi’ tanti amici? E io dico: perche’ gli offro una birra. Questa e’ la proposta che ho fatto al biker, e abbiamo fatto pace.
Il percorso? Salita a pendenza uniforme dalla partenza, rifugio bertagnoli , e poi su per altri 5 km. totale 8 km. Cioe’ completamente diverso dalla descrizione fatta dagli organizzatori.
Poco importa. Siamo qui per salire e non ci ferma nessuno.
All’ arrivo, non c’ era nemmeno uno striscione, c’ era solo un uomo seduto su un banco delle elementari.
Gli ho chiesto “finito?” (impossibile fare frasi lunghe ero senza fiato) e lui non mi ha risposto. Avra’ pensato che mi riferivo a lui? Scoppiato mi sono fermato poco oltre, per constatare che l’ arrivo era proprio li.
Come sono andato? Forse sono partito subito in quarta contrariamente al mio stile, e a meta’ gara ero scoppiato, comunque per me era difficile fare meglio, dunque sono stato contento lo stesso.
Sono rimasto li sopra per qualche minuto (era abbastanza freddo e non mi ero portato indumenti adeguati), e poi ho fatto la discesa stando dietro a una biker , ma lei andava troppo veloce per me.
Una volta arrivato alla baita  ed e’ stato bello poi alla baita ritrovare alcuni simpatici biker, con cui fare 4 chiacchiere.
Ho fatto lo sbaglio di ordinare due pizze nel mentre che hanno iniziato le premiazioni. Dunque ero mezzo fuori mezzo dentro. Inoltre avevano paura di rompere il microfono era fatica sentirli anche essendo li attaccati.
A un certo punto vado da un organizzatore e gli chiedo se i veterani 2 (cioe’ io) erano gia’ stati premiati, e lui mi ha detto di si. Al che mi ha consegnato in ritardo il premio.
Poi hanno chiamato la premiazione dei veterani 2. Si era sbagliato! Allora gli ho restituito il premio, perche’ me lo desse alla premiazione, come tutte le persone normali. Per cui posso dire di essere stato premiato due volte.
Poi ho visto una faccia conosciuta, c’ era anche Gianni.
Dulcis in fundo!
DSC08844Dico cosi’ perche’ il nostro socio molto in gamba si e’ classificato primo di categoria, e ha anche vinto la maglia di campione regionale cronoscalata. Lui si che e’ stato premiato due volte.
Io mi sono accontentato di un sesto posto di categoria, su un totale di sette.
Ovviamente il settimo, prima della gara, mi aveva detto di cambiare bici, che e’troppo pesante e non posso andare su bene. Ho avuto la mia piccola rivincita.
Come consolazione, ho finito le due pizze, e sono andato a isola vicentina a fare altri sentieri nel bosco. Ivi ho trovato un simpatico asino di pietra.
Ogni riferimento a persone e fatti e’ puramente voluto!
Raffaele Tammeo

Continua a leggere

Share on Facebook0